Home » Marketing » Come creare il piano di marketing del tuo ristorante – parte #1

Come creare il piano di marketing del tuo ristorante – parte #1

La gestione di un’attività ristorativa è il frutto di una quotidiana lotta ai principi basi del commercio, generare il massimo profitto a fronte di un investimento. Con l’evoluzione della tecnologia e dell’uomo, i modi di approcciarsi al cliente sono notevolmente cambiati, vittima ormai di programmi televisivi dedicati alla cucina, di amici foodies e di perseguitati dal bisogno di fotografare qualsiasi piatto neanche fosse l’ultimo pasto della loro vita.

piano di marketingMolte volte però, caro amico ristoratore, hai “fatto finta” di non seguire le novità per mancanza di tempo o per ignoranza vedendo ridurre notevolmente la leva del guadagno. Per sopperire al mancato soddisfacimento del tuo lavoro, nelle prossime settimane voglio darti alcuni suggerimenti per aiutarti a redigere un piano di marketing per il tuo ristorante.

Saranno cinque appuntamenti, ogni martedì, in cui avrai modo di leggere delle idee che potrebbero permettere al tuo ristorante di tornare a splendere. Partiamo con i primi cinque di oggi!

01 / immagini

Se sei un’amante di Instagram ti sarai accorto di come il cibo sia uno degli elementi più fotografati.

Probabilmente il modo migliore per promuovere la tua attività online è avere delle immagini ad alta risoluzione e dal forte richiamo al palato. Negli ultimi anni, le immagini, hanno dettato le regole della promozione, divenendo gli strumenti di marketing più proficui dal punto di vista dell’engage e dell’opera di convinzione all’acquisto di un prodotto o servizio. Il consiglio è fammi venire l’appetito con le giuste immagini e presto sarò seduto nel tuo ristorante.

 

02 / programmi di fidelizzazione

Fidelizzare: rendere fedele, cioè abituale acquirente dei propri prodotti o servizi (fonte Treccani). Partiamo dal “comandamento” che tutte le attività inseguono, fidelizzare non è semplice ma hai mai visto cosa rilascia l’amico kebbabaro della tua città la prima volta che acquisti un falafel? Una carta fedeltà che invita a tornare ad acquistare nuovamente nel suo locale altre quattro volte, al quinto acquisto sarà contento di offrirtene uno in omaggio!

fidelity-card

foto di “doveandiamoinpausapranzo.blogspot.it”

Questa certamente è una tecnica adatta per determinate tipologie di attività, hai pensato se il tuo rapporto di fidelizzazione fosse collegato a un database profilato?

 

03 / tripadvisor

Sproloquiare contro il gufo non ha senso e dire di volerti cancellare dalla più grande community di viaggio al mondo significa annunciare il suicidio del tuo ristorante. Per evitare di ritrovarti in fondo alla classifica mentre il tuo diretto competitor vanta la prima posizione, inizia a leggere cosa dicono gli utenti del tuo ristorante, una parte racconterà esperienze vere scrivendo gli aspetti positivi e dando dei suggerimenti su piccole migliorie mentre alcuni avranno bisogno di ottenere un po’ di notorietà per farsi belli con gli amici; tranquillo, il lettore capirà chi sono questi finti gastrochic ma tu non aspettare di dichiarare fallimento, fatti furbo e inizia a rispondere alle recensioni positive e negative con un tono pacato e colloquiale, senza offendere (mi raccomando!). In caso di dubbi scrivimi e ti aiuterò a trovare la risposta adatta.

 

04 / imposta correttamente il profilo dell’azienda su Google+

Saprai meglio di me che il motore di Mountain View è il primo fornitore di visite del tuo sito, ma forse non hai ancora compreso come potenziare la visibilità attraverso la scheda gratuita di Google.ristorante cracco

Quando esegui una ricerca su Google, la SERP fornisce i dettagli dell’azienda sulla sidebar di destra, prelevando le informazioni presenti nella scheda di Google+, quindi compilare il profilo sul social network di Big G, si rivela un potente strumento di visibilità gratuito.

 

05 / pubblicità geo localizzata

Hai presente quando cerchi “pizzeria con forno a legna a [nome della tua città]” e i risultati sono locali a poca distanza da te? Forse non lo sai ma stanno attuando una tecnica di pubblicità geo localizzata che permette di ottenere visibilità nel giro di un raggio di chilometri definito. Google AdWords l’ha compreso da qualche tempo e da pochi mesi anche Facebook e Twitter, si mio caro potresti investire proprio in pubblicità online nel tuo quartiere e farti conoscere anche dai nuovi arrivati.

Siamo arrivati alla fine della prima lezione su come redigere un piano di marketing per il tuo ristorante, per non perdere le prossime compila il form e mi impegnerò a farti ricevere la lezione del giorno direttamente nella tua casella email.

Iscriviti per ricevere la prossima lezione

* indicates required

Commenta via Facebook

commenti

One comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Iscriviti per scaricare gratuitamente l'ebook