Home » Marketing » Case History & Ricerche » 6 cose da sapere sui cinesi e i social networks

6 cose da sapere sui cinesi e i social networks

cinesi

Continuano a crescere i numeri di viaggiatori cinesi interessati ad attraversare migliaia di chilometri e uscire dal guscio culturale locale. Il brand Accor Hotels ha diffuso i dati della ricerca Asia Pacific Social Media Monitor svolta su 5400 viaggiatori degli 11 paesi dell’Asia Pacifica che hanno soggiornato negli hotel della catena nell’ultimo anno e utilizzato i social almeno una volta alla settimana.

1. Social per tutti

Dall’analisi dei dati si evince che i più attivi sono proprio i cinesi, rispettivamente con il 91% di essi interagisce con i nuovi canali di comunicazione. Contrariamente gli australiani arrivano al 25% e i neozelandesi al 32% e affermano di non aver comunicato durante l’ultimo viaggio.

2. Facebook batte Instagram

Se l’ultimo anno il mondo occidentale ha visto crescere il numero di utenti di Instagram e dei loro selfie, Mark Zuckerberg è riuscito a conquistare la nazione con la più alta densità di popolazione con Facebook. La Cina, come si sa, non permette l’accesso diretto al social network ma il 15% ammette di controllare diverse volte il profilo durante la giornata. Mentre la popolare applicazione di fotografia è utilizzata una volta al giorno dal 12%.

3. Il migliore amico è il brand

Le compagnie aeree, gli hotel e i brand legati al mondo dei viaggi sono i profili più seguiti sui social network. La motivazione, con il 77% di risposte, giustifica di seguire un brand per le opportunità che offre sotto forma di sconti e offerte speciali che sono diffuse quotidianamente.

4. Il sito dell’hotel soddisfa, le OTA rincorrono

In Italia molti siti alberghieri non hanno neanche capito l’importanza, soprattutto in termini economici, di un sistema di prenotazione diretto; in Cina invece il 47% dei partecipanti preferisce prenotare direttamente attraverso il sito dell’hotel e il 53% percepisce informazioni sulle location, tralasciando le principali online travel agency.  Le community, i social e le agenzie online rimangono i più utilizzati per le recensioni.

5. Il viaggio è leisure

Il sondaggio rende evidente il motivo che determina la scelta di viaggiare: leisure. Il benessere in una cultura come quell’asiatica giustifica il trend del mercato.

6. Il food tira

Il 59% dice che la scoperta del cibo è uno dei punti da prendere in considerazione nella scelta dell’hotel e gran parte di essi non ama pubblicare le foto dei piatti su Instagram.

Commenta via Facebook

commenti

One comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

newsletter

Iscriviti per conoscere le ultime novità in tema di viaggi, marketing e social media

Privacy