Home » Marketing » Case History & Ricerche » Rapporto tra gli hotel e il web in Calabria

Rapporto tra gli hotel e il web in Calabria

A metà settembre sono stato invitato da TTG Italia alla seconda Borsa del Turismo di Cosenza per un pre-tour insieme a buyer italiani e stranieri e al workshop. Il pre-tour è andato bene tranne per qualche struttura molto fatiscente rispetto alle aspettative ma per il resto nessun problema.

Borsa del Turismo di Cosenza

La mattina del workshop invece ho sfruttato il tempo a disposizione per capire come queste strutture si stiano muovendo su internet e ho incassato anche il primo colpo fermando un coetaneo addetto al front desk  di un hotel di circa 50/60 camere e chiedendogli se la struttura per cui lavorasse utilizzasse tecniche di revenue, disintermediazione e la dipendenza dalle OTA, la risposta è stata  <<Non lo so, non so di cosa mi stai parlando, non ne capisco>> al che ho spostato la chiaccherata sui social e lì mi è stato risposto che lo aggiornano una volta ogni tanto perchè ci vorrebbe una persona che si occupasse solo di quello e che il management è uno vecchio stile. Terminata la conversazione l’ho ringraziato e dopo cena ho chiesto ai referenti di TTG la possibilità di utilizzare i contatti dei seller per svolgere una piccola ricerca che sono stati favorevoli e “futuristi”.

Al rientro ho preparato il form e inviato per ben due volte la mail di presentazione e invito a rispondere con il link alla ricerca composta da 15 domande a risposta multipla e 1 domanda aperta a 44 seller (ho escluso dalla ricerca consorzi, agenti di viaggio e servizi, DMC), tempo per rispondere alle domande quindici giorni.

Nella mia mente ho pensato di offrire un servizio utile e gratuito che tutti avrebbero potuto sfruttare per conoscere e migliorarsi e invece si è rivelato più catastrofico del previsto! Avevo messo in cantiere che la mail sarebbe potuta finire tra lo spam o cestinata direttamente ma non fino a questo punto. Al termine della ricerca le risposte pervenute sono state solamente 4  e voglio ringraziare pubblicamente per il tempo che mi hanno dedicato e perchè hanno capito lo scopo:

  • Stefano Diano del Grand Hotel President di Siderno
  • Gianluca Miceli dell’Hotel La Tonnara di Amantea
  • Luigi Marino dell’Hotel Roscianum di Rossano
  • Albino Pellegrino dell’Aerhotel Phelipe di Lamezia Terme

Questo risultato rispecchia in gran parte lo stato di questo mondo di albergatori vecchio stampo che si continuano a lamentare senza voler però mettersi in gioco, lo specchio di un paese che continua a distruggere un prodotto chiave dell’economia nazionale.. Uno, nessuno, centomila

Commenta via Facebook

commenti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

newsletter

Iscriviti per conoscere le ultime novità in tema di viaggi, marketing e social media

Privacy