Home » Eventi » Web Hotel Revenue 2011 – l’epilogo

Web Hotel Revenue 2011 – l’epilogo

Ho impiegato un pò a scriverlo, ma chi mi conosce sa che non sono uno di quelli da post impulsivo preferisco avere i miei tempi. Detto ciò il titolo del post sembra preannunciarvi un qualcosa di colossale, tranquilli è che mi piaceva darvi questa sensazione :D :D

WHR 2011

Dopo aver sentito parlare delle prime due edizioni, quest’anno ho avuto il piacere di parteciparvi come blogger grazie all’invito di Francesco Mongiello di FormazioneTurismo.com, e di ritrovarvi colleghi, amici e bloggers. La tre giorni svoltasi presso il Domina Hotel Capannelle di Roma, è stato piena di panels interessanti da seguire, con relativi flop (ma era da preventivarlo). La scoperta-sorpresa è stato il Lab (sempre strapieno, c’erano pure le file fuori dalla porta davanti lo schermo per seguire l’aula più interessante dell’evento) con speaker d’eccezione del panorama web turistico: il Kuddle Network che ha illustrato come monitorare i propri profili sui social attraverso dei tools online e l’importanza di curare la propria reputation, che molte volte viene ancora tralasciata perchè considerata irrelevante; Muse Comunicazione con una Nicoletta Pollioto che ha rapito l’interesse di molti addetti ai lavori nella costruzione e nei must to do dei siti turistici. In Speed Date con Hermes Hotel si è discusso dei cambiamenti dei modelli di distribuzione dell’offerta turistica attraverso la rete e delle tecniche di marketing portando l’esempio del turismo termale, che da boring è divenuto cool; del netto calo (anzi estinzione) delle tariffe ufficiali a favore della flessibilità delle Best Available Rate [BAR], in contrasto con le tariffe negoziate nei confronti delle aziende, riducendo i margini di profitto dei grossisti  e permettendo di definire le BAR come strumento di ottimizzazione, se considerato l’utente finale.

Il #WHR2011 (hashtag ufficiale su Twitter) è stato anche l’occasione per assistere all’anteprima del nuovo programma di Trivago, il Mistery Guest, ma anche di approfondire le conoscenze attraverso lo speech di Giulia Eremita, CM per l’Italia, sui fattori che determinano la scelta di un hotel: WHR 2011 | Il pubblico della Main Hall

  • Reputation
  • Prezzo
  • Categoria
  • Diversificazione dell’offerta
  • Catena [Brand]
  • Ranking

e sui peccati del web: pigrizia, avarizia (intesa “come fai da te”), l’invidia e la superbia (autorecensioni); proprio sul prezzo, citando un post di Booking Blog, si è discusso sulle scelte dei consumatori verso quelli hotel dove viene percepito il risparmio. A proposito di   prezzo, seguendo il panel del prof. Giacomo del Chiappa, si è analizzata la propensione all’acquisto (sempre più rivolta verso l’online) che varia in base alle caratteristiche socio-demografiche, al prodotto e alla tipo di segmentazione (ad es. il turista leisure utilizza più i booking on line dei business) e dell’utilizzo in Italia del web, rivolto maggiormente all’acquisto di viaggi a breve raggio e soggiorni brevi (scusate la ripetizione :) ) VS.  la domanda rivolta alle agenzie viaggi per il medio-lungo, business e  prodotti complessi con un alto tasso di coinvolgimento evmotivo ed economico.

E se volete anche voi guardare avanti, ecco come sarà il WHR 2012

Commenta via Facebook

commenti

6 comments

  1. Alex, grazie per la mention! E complimenti per la lucidità e la visione super partes della tua analisi. Vedi che valeva la pena aspettare qualche settimana, prima di pubblicare un Post?
    Proposta: facciamo qualcosa a 4 mani, per raccontare perchè i contenuti di qualità sono importanti anche nel Business e soprattutto nel settore dell’Hotellerie! ProBlogger docet! http://tinyurl.com/78er3tw
    Ciao

  2. C’ero anche io :)
    Ho partecipato perché pensavo che fosse doveroso, per chi lavora in hotel.
    Sono arrivata sola e con poco antusiasmo e mi sono dovuta ricredere: l’unica cosa negativa è che non ho potuto assistere a tutti gli interventi che mi interessavano perché alcuni si accavallavano..
    Spero di riuscire ad organizzarmi in modo da poter partecipare anche al prossimo. :)

    • Grande Gabriella! Peccato non esserci conosciuti, sono d’accordo con te, il WHR è doveroso per chi lavora in hotel e seguire tutto era impossibile, tranne se non si avevano dei sosia o gemelli :) A presto e grazie per il tuo commento

  3. Ciao Alex,
    io purtroppo me lo sono perso ma da cio’ che scrivi deve essere stato un evento molto interessante.
    Come hai menzionato e come si poteva prevedere, sempre piu’ “pacchetti” vengono acquistati online (quello che io da molti anni faccio) e penso che noi bloggers siamo sempre piu’ protagonisti delle scelte dei navigatori del web: molti viaggiatori leggono prima le nostre recensioni, e poi comprano online.

    Grazie per il post informativo!

    • Chris in poche righe hai riassunto quello che ancora molte persone non hanno capito sull’importanza del web e del ruolo dei bloggers! Grazie a te per il commento!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

newsletter

Iscriviti per conoscere le ultime novità in tema di viaggi, marketing e social media

Privacy