Home » Marketing » Case History & Ricerche » Crack Tomondo, Viaggi del Ventaglio e il fondo nazionale di garanzia

Crack Tomondo, Viaggi del Ventaglio e il fondo nazionale di garanzia

La notizia è di ieri, il ministro per il turismo Brambilla annuncia l’istituzione di un fondo, per rimborsare i clienti/vittime dei crack Todomondo e Viaggi del Ventaglio. 
Secondo il Movimento Difesa del Cittadino [MDC], però il fondo istituito non sarà in grado di coprire gli stimati 7.4 milioni di euro per Todomondo a fronte dei 324.600 euro già rimborsati; ciò vuol dire neanche il 5% delle richieste! Mentre per i Viaggi del Ventaglio si calcola una decina di milioni di euro.

A maggior tutela del consumatore – coclude il ministro – abbiamo introdotto nel Codice del turismo, attualmente all’esame del Parlamento, norme più stringenti che sottopongono le agenzie operanti online alle medesime regole e controlli cui sono soggette le imprese di tipo tradizionale. Ed abbiamo individuato nuove forme di garanzia per il turista anche attraverso la stipula di congrue polizze assicurative”.
Il MDC chiede inoltre alla Brambilla una risposta circa i 3 milioni di euro, previsti dal decreto ministeriale del 28 maggio 2010 che dovevano essere destinati al Fondo Nazionale di Garanzia.

Riusciranno i nostri superoi nell’impresa? Glielo auguriamo!!

Commenta via Facebook

commenti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

newsletter

Iscriviti per conoscere le ultime novità in tema di viaggi, marketing e social media

Privacy